DOC

SEZIONE Ia SCHEDA DI COPERTURA

By Sylvia Marshall,2014-04-16 08:28
6 views 0
SEZIONE Ia SCHEDA DI COPERTURA

Federazione Gruppi di Attività Teatrali

PRESIDENZA NAZIONALE

    Via Nomentana, 251

    00161 ROMA

    (RM)

    SEZIONE Ia SCHEDA DI COPERTURA

A) CONTRAENTE FEDER.G.A.T. FEDERAZIONE GRUPPI di ATTIVITA’ TEATRALI

     Via Nomentana, 251 00161 Roma (RM)

B) ASSICURATI Tutti i Sodalizi affiliati e gli organi centrali e periferici della

    FEDER.G.A.T. che istituzionalmente svolgono, per i propri associati

    attività culturale ricreativa del tempo libero e sportiva non

    professionistica;

    Tutti i tesserati alla FEDER.G.A.T. che costituiscono la base

    associativa del Sodalizio affiliato, esclusivamente quando svolgono le

    attività previste, regolamentate, promosse ed organizzate nell’ambito

    della struttura associativa, come pure quelli occorsi in manifestazioni

    dagli stessi programmati.

    Tutti i dirigenti dei Sodalizi degli Organi centrali e periferici della

    FEDER.G.A.T. regolarmente tesserati, quando partecipano a congressi

    e riunioni, promossi dall’Ente Contraente (è comunque escluso, in

    questo caso, il rischio in itinere).

    C) DURATA DELLA CONVENZIONE - Anni Uno a partire dalle 24 del 31/12/2006 e sino alle

     ore 24 del 31/12/2007.

D) MODALITA’ DI ADESIONE -Le coperture assicurative decorrono dalle ore 24 del

    giorno di iscrizione alla FEDER.G.A.T,, coincidente con il

    versamento della quota associativa presso tutti i circoli

    e/o sezioni territoriali all’uopo autorizzati.

    All’atto del tesseramento il circolo e/o sezione dovrà

    provvedere a redigere, aggiornare e vidimare l’elenco dei

    soci contenente tutti i dati anagrafici del tesserato e

    riportante il numero progressivo di tessera.

    Tutti gli elenchi dovranno essere inviati, con cadenza

    mensile, alla Sede Centrale Presidenza Nazionale della

    FEDER.G.A.T., la quale a sua volta provvederà con

    cadenza trimestrale ad inviare gli elenchi pervenuti alla

    Compagnia Delegataria.

E) NUOVI TESSERATI Con la presente entrambe le parti prendono atto e

    convengono che i premi relativi a ciascun tesserato

    sono da considerarsi su base annua anche se

    l’iscrizione alla FEDER.G.A.T. risulti successiva alla

    data di inizio annuale della Convenzione.

    La Compagnia rende noto di essere a conoscenza che

    la campagna di tesseramento relativa a ciascun

    annualità decorre a partire dalla data del 16 ottobre

    dell’anno precedente.

Pertanto, per quanto concerne solo ed esclusivamente

    i nuovi iscritti, in precedenza non tesserati

    FEDER.G.A.T., che a decorrere dalla data del 16

    ottobre di ogni anno abbiano deciso di tesserarsi per

    l’anno successivo la copertura assicurativa decorrerà

    sempre dalla data di iscrizione ma terminerà il 31/12

    dell’anno successivo.

    F) SOMME E/O MASSIMALI ASSICURATI INFORTUNI (comprese nel tesseramento)

     80.000 euro = per il caso MORTE

80.000 euro = per il caso INVALIDITA’ PERMANENTE

    30 euro = per INDENNITA’ GIORNALIERA

    in caso di ricovero in ospedale, clinica o

    casa di cura, a seguito di infortunio

    indennizzabile dalla presente polizza

    15 euro = per INDENNITA’ GIORNALIERA DA

    GESSATURA

     in caso di applicazione di apparecchiatura

    gessata, anche senza ricovero. 800 euro = importo massimo di rimborso spese

    fatturate nel caso di CURE DENTARIE O

    PARADONTIOPATIE a seguito di

    infortunio, purché comprovate da referto

    rilasciato dal Pronto Soccorso. 250 euro = importo massimo di rimborso spese

    fatturate nel caso di ACQUISTO O

    NOLEGGIO DI TUTORE RIGIDO

    - RESPONSABILITA’ CIVILE DEL TESSERATO:

Fino a concorrenza per capitale, interessi e spese di:

    500.000 euro = per ogni sinistro

- RESPONSABILITA’ DEI SODALIZI E DEGLI ORGANI

     CENTRALI E PERIFERICI

     Fino a concorrenza per capitale, interessi e spese di :

     500.000,00 euro = per ogni sinistro

    SEZIONE IIa INFORTUNI

    A) OGGETTO DELLA COPERTURA

Questa garanzia assicura i tesserati FEDER.G.A.T. contro gli infortuni subiti dagli assicurati

    nello svolgimento di tutte le attività previste, regolamentate, promosse ed organizzate dalla

    Federazione e/o dalla struttura associativa, come pure quelli occorsi in manifestazioni, gare ed

    allenamenti dagli stessi programmati.

Sono considerati infortuni anche:

- malore, vertigini o incoscienza;

    - imprudenza o negligenze gravi;

    - influenze termiche ed atmosferiche;

    - aggressioni od atti violenti che abbiano movente politico o sociale;

    - partecipazione manuale alle operazioni di montaggio, allestimento, conduzione e

    smontaggio delle attrezzature e/o strutture relative alle manifestazioni e/o attività

    istituzionali cui il tesserato partecipa (sono escluse tutte quelle attività svolte in termini

    professionali).

     INDENNITA’ GIORNALIERA DA RICOVERO In caso di ricovero in istituto di cura reso necessario da infortunio, non escluso ai sensi di

    polizza, la Vittoria corrisponderà l’indennità giornaliera indicata nella scheda di copertura a

    partire dal giorno del ricovero fino a quello dell’avvenuta dimissione. La giornata di entrata e

    quella di uscita dall’istituto di cura, sono considerate una giornata sola.

    INDENNITA’ GIORNALIERA DA GESSATURA Qualora l’infortunio, non escluso ai sensi di polizza, l’Assicurato sia soggetto a gessatura, la

    Vittoria corrisponderà l’indennità giornaliera indicata nella scheda di copertura dal giorno di

    applicazione della gessatura e fino al giorno di rimozione della stessa.

    In caso di applicazione del collare di Schanz o assimilabili, per traumi distorsivi al rachide

    cervicale senza lesione-mio-capsulo-legamentosa-scheletrica documentata da accertamenti

    strumentali, l’indennità giornaliera verrà corrisposta per un periodo massimo di 20 giorni per

    sinistro.

Il periodo massimo di indennità giornaliera, non potrà superare i 50 giorni e per ciascun

    indennizzo verrà applicata una franchigia fissa e assoluta di 5 giorni.

INDENNIZZI PARTICOLARI RIMBORSI SPESE

    La Vittoria riconoscerà, le somme assicurate ed indicate nella scheda di copertura, a seguito di

    presentazione di idonea documentazione fiscale, nel caso di DANNO DENTARIO ed

    ACQUISTO O NOLEGGIO DI TUTORE RIGIDO conseguenti all’infortunio indennizzabile ai

    sensi della presente polizza.

    La liquidazione delle spese sostenute sarà effettuata previa detrazione di una franchigia fissa e

    assoluta di:

    a) 70 euro nel caso di DANNO DENTARIO;

    b) 50 euro nel caso di ACQUISTO O NOLEGGIO DI TUTORE RIGIDO

    B) DEFINIZIONI

    L’infortunio è un evento dovuto a causa fortuita, violenta ed esterna, che produce lesioni

    corporali obbiettivamente constatabili.

    Nel caso di “Rottura del Tendine d’Achille”, considerato “malattia”, non si procede a indennizzo.

    C) CASO DI MORTE

    In caso di morte dell’Assicurato, purchè verificatosi entro un anno dal giorno dell’infortunio, la

    Vittoria corrisponderà, previa presentazione di idonea documentazione, la somma assicurata

    agli eredi testamentari o legittimi

    D) CASO DI INVALIDITA’ PERMANENTE

    E’ la perdita o la diminuzione definitiva ed irrimediabile della capacità ad un qualsiasi lavoro

    proficuo, indipendentemente dalla professione dell’Assicurato. Se l’infortunio ha per conseguenza un’invalidità permanente, purchè verificatasi entro un anno

    dal giorno dell’infortunio, la Vittoria liquiderà secondo le disposizioni e le percentuali seguenti,

    un indennizzo calcolato sulla somma assicurata.

Percentuali di Invalidità Permanente

    Per la perdita totale: destro sinistro

     85% 75% - di un arto superiore………………………………………… 75%

     75% 65% - di un avambraccio……………………………………..…… 65%

     70% 60% - della mano…………………………………………….. ..…. 70% 6

    65% - di un arto inferiore al di sopra del ginocchio…………….…

    50% - di un arto inferiore all’altezza o al di sotto del ginocchio….

    50% - di un piede………………………………………………….

     28% 23% - del pollice…………………………………………………..

     15% 13% - dell’indice…………………………………………………..

    12% - del mignolo………………………………………………….

    12% - del medio……………………………………………………

    8% - dell’anulare…………………………………………………

    7% - di un alluce…………………………………………………. 7%

     3% - di ogni altro dito del piede…………………………………. 3% - della facoltà visiva di ambedue gli occhi…………………… 100% - della facoltà visiva di un occhio……………………………. 35% - della facoltà uditiva di ambedue gli orecchi………………... 60% - della facoltà uditiva di un orecchio…………………………. 15%

In caso di constatato mancinismo le percentuali suesposte, riferite all’arto superiore destro, si

    intendono applicate all’arto sinistro e viceversa.

La perdita totale ed irrimediabile dell’uso funzionale di un organo o di un arto viene considerato

    come una perdita anatomica dello stesso, se trattasi di minorazione, le percentuali sopra

    indicate vengono ridotte in proporzione della funzionalità perduta.

- Nei casi di perdita anatomica o funzionale di più organi od arti l’indennizzo verrà stabilito

    mediante l’addizione delle percentuali corrispondenti ad ogni singola lesione, fino al limite

    massimo del 100%. Per le singole falangi terminali delle dita, escluso il pollice, si

    considera invalidità permanente soltanto l’asportazione del totale. L’indennizzo per la

    perdita funzionale o anatomica di una falange del pollice è stabilito nella metà: per la

    perdita anatomica di una falange dell’alluce nella metà, e per quella di una falange di

    qualunque altro dito di un terzo della percentuale fissata per la perdita totale del rispettivo

    dito.

- Nei casi di invalidità permanente sopra non specificati, l’indennizzo verrà stabilito tenendo

    conto, con riguardo alle percentuali elencate, della misura nella quale è sempre diminuita

    la capacità generica dell’Assicurato ad un qualsiasi lavoro proficuo, indipendentemente

    dalla sua professione.

- In caso di perdita anatomica o riduzione funzionale di un organo o di un arto già minorato

    le percentuali sopra indicate sono diminuite tenendo conto del grado di invalidità

    preesistente.

- Fermo tutto quanto sopra previsto, circa le percentuali di invalidità permanente, si terrà

    conto della percentuale migliore, tra quanto indicato nella tabella INAIL allegato n.1/alla

    legge degli infortuni sul lavoro n.1124 e quanto indicato nella tabella suesposta.

Nel caso di perdita di più elementi dentari (non meno di tre) potrà essere concessa indennità

    per invalidità permanente in misura da stabilirsi caso per caso, proporzionalmente alla

    diminuita capacità masticatoria e/o fonatoria causata dalla perdita stessa.

    Ai fini di tale risarcimento il complesso degli elementi perduti (non meno di tre) verrà valutato

    tenendo conto delle perdite verificatesi in pregressi infortuni sportivi purchè denunciati alla

    Vittoria e considerati a suo tempo indennizzabili ai fini assicurativi.

     CONDIZIONI SPECIALE FRANCHIGIA

    Nessun indennizzo è dovuto per invalidità permanente di grado pari o inferiore al 5%; se

    invece essa risulterà superiore al 5% dell’invalidità permanente totale, l’indennizzo verrà corrisposto soltanto sulla parte eccedente.

    Nel caso di invalidità permanente, accertata e risarcibile, superiore al 15% l’indennizzo verrà

    liquidato senza applicazione di alcuna franchigia.

Nel caso di un’ invalidità permanente, accertata e risarcibile, superiore al 50% si procederà alla

    liquidazione del 100% della somma assicurata.

Nel caso che il tesserato abbia superato l’80? anno di età, la franchigia assoluta si intende

    elevata dal 5% al 10%.

    E) CRITERI DI INDENNIZZABILITA’ – LIQUIDAZIONE La Vittoria corrisponde l’indennità per le conseguenze dirette ed esclusive dell’infortunio che

    siano indipendenti da condizioni fisiche o patologiche preesistenti o sopravvenute, pertanto,

    l’influenza che l’infortunio può avere esercitato su tali condizioni, come pure il pregiudizio che

    esse possono portare all’esito delle lesioni prodotte dall’infortunio, sono conseguenze indirette

    e quindi non indennizzabili.

    Parimenti, nei casi di preesistenti mutilazioni o difetto fisico, l’indennità per invalidità permanente è liquidata per le cose conseguenze dirette cagionate dall’infortunio come se esso

    avesse colpito una persona fisicamente integra, senza riguardo al maggior pregiudizio

    derivante dalle condizioni preesistenti, fermo quanto stabilito dall’articolo precedente.

Se dopo il pagamento di un indennizzo per invalidità permanente, ma entro l’anno dal giorno

    dell’infortunio ed in conseguenza di questo l’Assicurato muore, la Vittoria corrisponderà ai

    beneficiari designati o, in mancanza di designazione, agli eredi testamentari o legittimi la

    differenza fra l’indennizzo pagato e quello assicurato per il caso di morte ove questo sia

    superiore e non chiederà il rimborso nel caso contrario.

La Vittoria non è tenuta a corrispondere anticipi sugli indennizzi se l’Assicurato muore per

    causa indipendente dall’infortunio dopo che l’indennizzo sia stato liquidato o comunque offerto

    in misura determinata, la Vittoria paga l’importo liquidato ed offerto in base ai criteri previsti per

    il caso C) MORTE -.

    F) RINUNCIA ALL’AZIONE DI RIVALSA

    Qualora l’infortunio subito dalla persona assicurata sia imputabile a responsabilità di terzi, la

    Vittoria rinuncia al diritto di rivalsa (art.1916 del Codice Civile) nei confronti del responsabile di

    quanto pagato all’Assicurato.

G) ESCLUSIONI

    Sono esclusi gli infortuni derivanti dalla pratica delle seguenti attività:

    -pugilato; arti marziali nelle specifiche discipline che prevedono l’uso di attrezzi o strumenti atti

     a colpire l’avversario oppure il k.o. tecnico nel proprio regolamento; football americano; sports

     aerei e di volo in genere; paracadutismo in tutte le sue forme; rugby ; sports automobilistici e

    motoristici in genere; speleologia; guidoslitta; hockey su ghiaccio; alpinismo; escursionismo

    con accesso a nevai o ghiacciai e arrampicata libera; salti dal trampolino con sci e idroscì;

    caccia e tiro;ciclismo; sports ed attività equestri in genere; sports limits e nuove discipline

    sportive, non segnalate in precedenza alla Vittoria.

     -gli infortuni subiti dal tesserato FEDER.G.A.T., avvenuti in occasione della sua partecipazione

     a titolo personale a manifestazioni, organizzati da enti e/o sodalizi non affiliati FEDER.G.A.T.

     -gli infortuni derivati dalla guida ed uso di mezzi di locomozione aerei e subacquei, come pure

     di autoveicoli, motoveicoli e ogni tipo di mezzo a motore;

     -gli infortuni subiti dal tesserato FEDER.G.A.T. durante lo svolgimento di mansioni relative alla

     conduzione e/o gestione della Sede e/o impianti della Federazione.

     -le conseguenze di infortuni sofferti in stato di ubriachezza alla guida di mezzi di locomozione o

    sotto l’influsso di sostanze stupefacenti;

     -le conseguenze di operazioni chirurgiche e di trattamenti non resi necessari da infortunio e

     delle pratiche riguardanti la cura della propria persona;

    H) RISCHIO DI VIAGGIO

    Premesso che i Comitati Territoriali FEDER.G.A.T.,organizzano in forma continuativa le attività

    previste dalla presente polizza e cioè rappresentazioni e manifestazioni teatrali l’assicurazione

    viene estesa al “Rischio in itinere”.

    Per “Rischio in itinere” si intende quello occorso per portarsi dalla residenza abituale

    dell’Assicurato, alla località prevista per l’espletamento dell’incarico ricevuto e ritorno.

    L’assicurazione, pertanto, si estende agli infortuni subiti dagli Assicurati, tutti i tesserati

    regolarmente iscritti alla FEDER.G.A.T. Federazione Italiana Gruppi di Attività Teatrali durante il

    tragitto dalla rispettiva abitazione ai luoghi dove si svolgono le manifestazioni e viceversa, nei

    limiti di 12 ore prima e 12 ore dopo l’inizio ed il termine degli orari stabiliti, a seguito di

    investimento da parte dei veicoli in genere, per l’uso di mezzi pubblici di locomozione terrestre o di veicoli in qualità di trasportati”.

    I) PERSONE NON ASSICURABILI

    Non sono assicurabili le persone affette da epilessia, paralisi, infermità mentale, delirium

    tremens, alcoolismo, tossicomania, allucinogenomanie, l’assicurazione cessa con il manifestarsi di una di queste alterazioni patologiche.

    L) LIMITI DI ETA’

    L’assicurazione vale per persone di età non superiore a 85 anni.

    M) INFORTUNI CAUSATI DA COLPA GRAVE TUMULTI POPOLARI RISCHIO GUERRA

    L’assicurazione comprende, a parziale deroga:

- dell’art. 1900 del Codice Civile gli infortuni derivanti da colpa grave dell’Assicurato

- dell’art. 1912 del Codice Civile gli infortuni derivanti da tumulti popolari, a condizione che

    l’Assicurato non vi abbia preso parte attiva nonché gli infortuni avvenuti all’estero (fatta

    eccezione per il territorio della Città del Vaticano e ella Repubblica di San Marino)

    derivanti da stato di guerra, guerra civile, invasione, atti nemici, ostilità (sia che la guerra

    sia dichiarata o non), per il periodo massimo di 14 giorni dall’inizio delle ostilità, se ed in

    quanto l’Assicurato risulti sorpreso dallo scoppio degli eventi bellici mentre si trova

    all’estero.

    N) INFORTUNI CASUATI DA CALAMITA’ NATURALI A parziale deroga dell’art.1912 del Codice Civile l’assicurazione è estesa agli infortuni derivanti

    da movimenti tellurici, eruzioni vulcaniche, alluvioni o inondazioni.

    Resta, però, tra le parti convenuto che in caso di movimento tellurico, eruzione vulcanica,

    alluvione o inondazione che colpisca in un unico evento (intendendosi per evento tutti gli

    infortuni avvenuti in un arco di tempo della durata di 72 ore consecutive), più assicurati, la

    Compagnia non sarà comunque obbligata alla liquidazione di una somma maggiore di Euro

    4.000.000,00.

    Qualora gli indennizzi complessivamente dovuti eccedano il limite sopra indicato, gli indennizzi

    spettanti a ciascun assicurato saranno ridotti in proporzione al rapporto che intercorre fra detto

    limite ed il totale degli indennizzi dovuti.

    SEZIONE IIIa RESPONSABILITA’ CIVILE TERZI TESSERATI

    A) OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE

    La Società assicuratrice si obbliga a tenere indenni gli assicurati, tutti i soci della federazione,

    di quanto questi siano tenuti a pagare quali civilmente responsabili ai sensi di legge, a titolo di

    risarcimento di danni involontariamente cagionati a terzi, per morte, lesioni personali e per

    danneggiamenti a cose, derivanti dallo svolgimento di tutte le attività previste, regolamentate

    promosse ed organizzate dalla Federazione e/o dalla struttura associativa, come pure quelli

    occorsi in manifestazioni dagli stessi programmati.

    B) - ESCLUSIONI

     Sono esclusi dall’assicurazione i danni:

    - derivanti dalla pratica delle seguenti attività: pugilato; arti marziali nelle specifiche discipline che

    prevedono l’uso di attrezzi o strumenti atti a colpire l’avversario oppure il k.o. tecnico nel

    proprio regolamento; football americano; sports aerei e di volo in genere; paracadutismo in

    tutte le sue forme; rugby; sports automobilistici e motoristici in genere; speleologia; guidoslitta;

    hockey su ghiaccio; alpinismo; escursionismo con accesso a nevai o ghiacciai e arrampicata

    libera; salti dal trampolino con sci e idroscì; caccia e tiro; ciclismo; sports ed attività equestri in

    genere; sports limits e nuove discipline sportive, non segnalate in precedenza alla Compagnia

    di Assicurazione.

    - causati o subiti dal tesserato FEDER.G.A.T., avvenuti in occasione della sua partecipazione a titolo personale a manifestazioni, organizzati da enti e/o sodalizi non affiliati FEDER.G.A.T.

    - causati da persone non tesserate FEDER.G.A.T.

- imputabili a quei Sodalizi per l’organizzazione di manifestazioni, gare e/o relativi allenamenti cui

    partecipano attivamente non tesserati FEDER.G.A.T.

- al coniuge, agli ascendenti, ai discendenti, ai fratelli ed alle sorelle sia dell’Assicurato e sia

    dei responsabili dei sinistri, nonché qualsiasi altro loro parente ed affine se con esso

    convivente;

- causati o subiti dal tesserato FEDER.G.A.T. durante lo svolgimento di mansioni relative alla

    conduzione e/o gestione della sede e/o impianti del Sodalizio (sono compresi invece i

    dipendenti regolarmente iscritti all’INAIL per tali mansioni);

    - alle cose mobili ed agli immobili che l’Assicurato detenga per qualsiasi titolo, nonché alle cose portate da spettatori, frequentatori o tesserati FEDER.G.A.T. nei locali o posti precisati

    negli articoli 1783, 1784 e 1786 del codice Civile ove si svolge l’attività assicurata;

- cagionati da prodotti alimentari e da bevande dopo la loro somministrazione;

- cagionati da furto o derivanti a cose altrui da incendio delle cose dell’Assicurato a lui in

    consegna;

- da spargimento acqua o rigurgiti di fogna, nonché quelli cagionati da umidità stillicidio o

    insalubrità dei locali;

- cagionati dalla proprietà e dall’uso di veicoli e natanti a motore e di aeromobili;

- derivanti da lavori di ampliamento, sopraelevazione, demolizione e manutenzione

    straordinaria degli immobili e degli impianti;

C) FRANCHIGIA PER DANNI A COSE

    Limitatamente ai danni alle cose si prende atto che in caso di sinistro, l’indennizzo verrà liquidato

    previa applicazione di una franchigia fissa di ? 150,00.

    SEZIONE IIIb RESPONSABILITA’ CIVILE TERZI SODALIZI

A) OGGETTO DELL’ASSICURAZIONE

    La garanzia assicura il rischio della responsabilità civile, prevedendo il risarcimento delle

    somme (fino al limite per capitali, interessi e spese) che i Sodalizi affiliati FEDER.G.A.T. e gli

    organi centrali e periferici dell’Ente siano tenuti a pagare a terzi quali civilmente responsabili a

    sensi di Legge nella loro qualità di organizzatori di attività culturali, ricreative del tempo libero e

    sportive nonché di manifestazioni, programmati dalla Direzione del Sodalizio.

FRANCHIGIA PER DANNI A COSE

    Limitatamente ai danni alle cose si prende atto che in caso di sinistro, l’indennizzo verrà liquidato

    previa applicazione di una franchigia fissa di ? 150,00.

Report this document

For any questions or suggestions please email
cust-service@docsford.com